Rassegna d’Autunno 2012 – Luma Lourenço & Marco Di Marco American Trio – articolo di Nicola Ricci

Con l’autunno ritorna il jazz al ridotto del Teatro Sociale, sempre con eventi organizzati dal Rovigo Jazz Club, per un ciclo di serate che arriveranno alle soglie del Natale.

Il programma è stato presentato nella Sala della Giunta al Comune di Rovigo il 18 ottobre, alla presenza dell’assessore alla Cultura, Anna Paola Nezzo.

La sera del 23 ottobre primo concerto con la cantante brasiliana Luma Lourenço, che ha proposto brani di sua composizione come Linha Directa e Teu Beijo alternandoli a canzoni di grandi autori come Djavan (Milagreiro e A Rà ) e l’immancabile Jobim di Garota de Ipanema.

Si è distinto il pianista Paolo Vianello, che sta girando i maggiori teatri italiani al fianco di Ornella Vanoni, con le sue gradevolissime fantasie cromatiche alla tastiera (ne ha dato dimostrazione anche nello strumentale Cravo e Canela), al basso Paolo e alla batteria Luca Bortoluzzi. Come già ascoltato alla Locanda Valmolin due anni fa, Luma è una eclettica cantante dotata di una voce sensuale oltre che di una presenza di scena che coinvolge.

Evento speciale, fuori della programmazione ufficiale, sabato 27 ottobre con l’esibizione del pianista Marco Di Marco con il suo American Trio.

Riassumere il curriculum di un artista come Di Marco, presente nella discografia sin dal 1970, è piuttosto arduo in poche righe, basta solo dire che negli Stati Uniti è stato definito “uno dei più sorprendenti fenomeni del jazz europeo” (parole della rivista Down Beat) e che ha ricevuto numerosi premi internazionali. Al Ridotto ha incantato la platea dimostrando la consueta padronanza della tastiera, nella riproposizione di temi classici come It Could Happen To You, Autumn Leaves e Yesterdays, a dimostrare le ricche fonti alle quali la sua musica attinge. Tra i brani di sua stessa composizione, Ma petite chanson è stata dedicata all’amico e collega francese Jacky Samson, scomparso poche settimane or sono.

La sua è una profonda sensibilità interpretativa, perfettamente coadiuvata dai due americani al suo fianco, Chuck Israels al contrabbasso e Bill Goodwin alla batteria. Israels è un musicista ed arrangiatore di grandi trascorsi (negli anni Sessanta a fianco di un gigante come Bill Evans e durante un’incisione anche con John Coltrane), dirige negli USA una sua orchestra con la quale propone un discorso musicale di ampio respiro con coraggiosi adattamenti ormai controcorrente nel panorama odierno. Il batterista Goodwin ha suonato con Phil Woods e col quartetto di Gary Burton, oltre ad aver partecipato al pregevole album di Tom Waits Nighthawks At The Diner.

Il pubblico ha sottolineato le esibizioni con applausi spesso a scena aperta, confermando il gradimento per questo “fuori programma”.

Nicola Ricci

~ di Filippo Albertin su novembre 6, 2012.

Una Risposta to “Rassegna d’Autunno 2012 – Luma Lourenço & Marco Di Marco American Trio – articolo di Nicola Ricci”

  1. I was recommended this web site by my cousin. I am not sure
    whether this post is written by him as nobody else know such detailed about my difficulty.
    You’re amazing! Thanks!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: